Search
  • Alessandro Gaglione

Parliamo di COMITES / 6

Cari Amici ed Amiche italiani in UK, dopo aver evidenziato quelli che sono i compiti e le funzioni del Comitato degli Italiani all’Estero, passiamo ad analizzare nel dettaglio la sua struttura ed, in particolare, la sua composizione.

Ai sensi della legge istitutiva dei Comites, “il Comitato è composto da dodici membri per le comunità fino a 100.000 cittadini italiani e da diciotto membri per quelle composte da più di 100.000 cittadini italiani”. Pertanto, il Comites di Londra e’ composto da 18 membri.

E’ importante, inoltre, notare che “sono eleggibili i cittadini italiani residenti nella circoscrizione consolare”. A tale riguardo sono, a mio avviso, sono necessarie due considerazioni:

* sono eleggibili i soli cittadini italiani, tuttavia “possono far parte del Comitato, per cooptazione, i cittadini stranieri di origine italiana in misura non eccedente un terzo dei componenti il Comitato eletto”. Questa possibilita’, a mio avviso, e’ molto utile per permettere al Comitato di venire a conoscenza di necessita’ e di problematiche relative a cittadini stranieri di origine italiana;

* una delle condizioni di eleggibilita’ e’ la residenza nella circoscrizione consolare in relazione alla quale si e’ presentata la propria candidatura. Questo passaggio della legge istitutiva rispecchia chiaramente lo stretto legame che deve esistere tra i membri del Comites e la relativa circoscrizione consolare.

Quest’ultimo aspetto e’ confermato dal fatto che le liste elettorali, oltre ad essere composte in modo tale da garantire le pari opportunità, devono garantire una “efficace rappresentazione della comunità di riferimento”. Ancora una volta, si sottolinea il legame ed il coinvolgimento nel tessuto sociale della giurisdizione consolare / comunita’ italiana di riferimento.

Questo passaggio mi porta alla considerazione che i membri del Comites, per poter adempiere nel miglior modo possibile al proprio incarico, devono essere persone caratterizzate da un discreto grado di attivismo sociale, costante nel tempo e nelle iniziative intraprese.

Altro punto cruciale, a mio avviso, dell’organizzazione del Comites, e’ la pubblicita’ delle sue sedute: ciò al fine di garantire trasparenza dell’operato del Comites stesso ed incentivare la partecipazione dei connazionali. Negli ultimi mesi, a causa della pandemia, le sedute del Comites di Londra si sono tenute sulla piattaforma Zoom e sono state trasmesse in streaming su Facebook. Ovviamente, anche prima della pandemia le sedute del Comites sono sempre state pubbliche, con i relativi verbali pubblicati sul sito del Comites stesso. Spero, anche tramite questo mio modesto contributo, di riuscire ad avvicinare ulteriormente il pubblico al Comites e ad incentivare una partecipazione piu’ attiva.

Infine, alle sedute del Comites partecipano, senza diritto di voto, il “capo dell’ufficio consolare, o un suo rappresentante appositamente delegato” ed i membri del Consiglio generale degli italiani all’estero – CGIE – di cui parlero’, in dettaglio, piu’ avanti.

Nel frattempo, ringrazio tutti per l’attenzione ed al prossimo aggiornamento!


24 views0 comments